Vai al contenuto

Plantari, correzione appoggio piede

Cosa sono i plantari su misura?

I plantari su misura sono dispositivi ortopedici che si inseriscono nelle scarpe per correggere o prevenire problemi ai piedi e alle gambe. Essi agiscono modificando la distribuzione delle pressioni e delle sollecitazioni sulle articolazioni, i muscoli e i nervi.

Infatti possono essere utili per chi soffre di disturbi come piede piatto, piede cavo, alluce valgo, metatarsalgia. Inoltre sono utili a chi soffre di fascite plantare, tendinite, gonfiore, crampi o formicolii. I plantari possono anche migliorare la postura, l’equilibrio e la performance sportiva. Per confezionare il plantare più adatto alle proprie esigenze, è consigliabile avere una prescrizione rilasciata da un medico infine un nostro tecnico ortopedico valuterà la morfologia del piede, il tipo di calzatura e lo stile di vita del paziente.

Quanto influisce l’appoggio del piede nella postura?

L’appoggio del piede svolge un ruolo cruciale nel mantenimento della nostra postura. Ogni movimento che compiamo inizia con il contatto del piede al suolo. Questo avvia una serie di reazioni che si ripercuotono sull’intera postura del corpo. Un corretto appoggio del piede assicura una distribuzione uniforme del peso corporeo.

Appoggiando il piede in modo corretto si riducono notevolmente lo stress su articolazioni, muscoli e colonna vertebrale.

È importante sottolineare che un’appoggio scorretto può provocare squilibri muscolari e problemi posturali significativi. Pertanto, dedicare attenzione e cura all’appoggio del piede costituisce un aspetto fondamentale per preservare la colonna vertebrale e mitigare potenziali complicanze a lungo termine. Investire nella salute del nostro appoggio plantare non solo favorisce il benessere fisico attuale. Inoltre rappresenta anche una strategia preventiva per mantenere una postura equilibrata nel corso del tempo.

Domande frequenti:

📍Dove fare i plantari?

Tutte le nostre filiali sono dotate della miglior tecnologia per la presa delle misure sia in modo statico, mentre il piede sorregge tutto il peso del corpo stando in piedi fermi, sia in modo dinamico ovvero mentre camminiamo o corriamo. Queste misurazioni vengono poi elaborate dal tecnico ortopedico che predisporrà le correzioni più opportune per distribuire meglio i carichi durante l’appoggio del piede.

📅Come e Quando fare i plantari?

E’ fondamentale ritagliarsi del tempo sia per la visita iniziale sia per la seconda visita dove vi verranno consegnati i plantari dopo una breve prova. Per questo motivo vi consigliamo di prenotare un appuntamento contattandoci telefonicamente 📞(+41) 091 922 69 29 o tramite e-mail oppure compila il formulario .

E se non è amore a prima vista? A volte succede che le correzioni diano fastidio, cosa fare? Inizialmente vi consigliamo di abituarvi alla nuova condizione gradualmente inserendo per breve tempo i plantari nelle scarpe e via via aumentare il tempo di utilizzo ma se le cose non vanno come sperato potrete sempre chiedere un appuntamento con il tecnico e parlarne con lui.

🔄️Quanto costano i plantari e quanto rimborsa CM?

Il costo dei plantari è regolamentato dal tariffario OSM. In sostanza tutte le ortopedie utilizzano lo stesso elenco di tariffe. Normalmente i plantari costano Frs 410.80 esiste la possibilità di chiederne, entro 6 mesi dalla visita, un 2° paio ad un costo inferiore Frs 267.- .

Rimborso:

Al momento della consegna dovrete pagare. Il personale amministrativo vi preparerà tutta la documentazione necessaria alla richiesta di rimborso da parte della Cassa Malati che rimborsa unicamente dietro la presentazione della ricetta medica e una copia per voi.

Come rimborsa la Cassa Malati:

la CM rimborserà direttamente voi, nel seguente modo

  • Se si ha subito un operazione al piede la cassa malattia di base prende a carico fino a 2 paia di plantari e scarpe idonee al loro utilizzo
  • Se invece non si è subito un operazione al piede è possibile che polizza della cassa malattia complementare preveda un rimborso

E’ importante, per non avere brutte sorprese, chiedere preventivamente alla propria assicurazione.

E se fosse infortunio?

Sempre dietro richiesta del medico ma dobbiamo distinguere tra infortunio di una polizza assicurativa legata ad un datore di lavoro e infortunio di una polizza di Cassa malattia:

Infortunio polizza professionale:

l’assicurazione del datore di lavoro prenderà a carico il costo del plantare. E’ importante presentarsi al primo appuntamento con:

  • ricetta medica
  • foglio dell’assicurazione

Infortunio polizza Cassa Malati

la pratica amministrativa si comporta come se fosse una malattia. Sarà il paziente che inoltrerà la richiesta di rimborso direttamente alla sua assicurazione CM infortuni.

🩺Chi prescrive i plantari?

Per confezionare il plantare più adatto alle proprie esigenze, è consigliabile avere una prescrizione medica. Durante la prima visita un nostro tecnico ortopedico valuterà la morfologia del piede, il tipo di calzatura e lo stile di vita del paziente.

🤚🏼Come si lavano i plantari?

I plantari si possono lavare con una spugna inumidita e sapone neutro. I materiali sono sensibili al calore ed è quindi fortemente consigliato lasciarli asciugare all’aria senza ulteriori fonti di calore. Nella sezione sportello trovate ulteriori indicazioni. Se dopo ripetuti lavaggi il plantare non si presenta in modo accettabile possiamo sostituire il rivestimento.

🕞Quanto durano i plantari?

Per gli adulti, la durata dei plantari varia da 1 a 3 anni a seconda del tipo e dell’uso. L’elasticità e la capacità di assorbire urti possono deteriorarsi nel tempo, soprattutto con l’uso intensivo, come durante corse lunghe. Il peso corporeo e il tipo di sudorazione influenzano anche la durata. Le correzioni significative dell’assetto del piede possono accelerare l’usura.

Per bambini e ragazzi in crescita, è consigliabile un controllo ogni 6-9 mesi. Se il numero di scarpe aumenta di due taglie, è necessario verificare l’efficacia dei plantari.

Qui di seguito trovate le patologie più comuni per le quali i plantari possono fare la differenza.

Per ulteriori consigli non esitate a contattarci 📞+41 091 922 69 29

Problemi infiammatori

➡️Fascite plantare👆🏼

La fascite plantare, causa comune di dolore al tallone, colpisce soprattutto gli sportivi a causa di sovraccarichi ripetitivi. Questa condizione è attribuibile a diversi fattori, come piedi piatti, scarpe inadeguate, sovrappeso e contratture muscolari.

I sintomi includono dolore acuto al tallone, più pronunciato al mattino o dopo il riposo. Durante l’attività sportiva, il dolore tende a diminuire con il riscaldamento ma può intensificarsi dopo l’esercizio.

È cruciale interrompere gli allenamenti al primo segno di fascite plantare per prevenire complicazioni. Il ghiaccio e gli esercizi di stretching possono alleviare il dolore e favorire la guarigione. Inoltre, l’uso di plantari ortopedici e calzature con suola ammortizzante può migliorare il supporto del piede e ridurre l’impatto al suolo.

➡️La sesaimoidite👆🏼

La sesamoidite è caratterizzata da dolore sotto la testa del primo metatarso, coinvolgendo le ossa sesamoidi, con o senza infiammazione o frattura. Provoca dolore sotto la base dell’alluce, accentuato dal camminare, soprattutto con calzature sottili o tacco alto, e può causare gonfiore, arrossamento e sensibilità.

Le cause possono derivare da trauma diretto, alterazioni strutturali del piede e cambiamenti nella posizione delle ossa sesamoidi. Comune tra ballerini, corridori e persone con piede cavo.

Il trattamento spesso include correzioni delle calzature e l’uso di plantari ortopedici per ridurre la pressione sui sesamoidi. Nei casi più gravi, possono essere necessari farmaci anti-infiammatori e infiltrazioni locali.

Un centro specializzato, come il nostro, offre soluzioni personalizzate con plantari appositamente progettati per migliorare il supporto del piede e ridurre l’infiammazione.

➡️Infiammazione al tallone👆🏼

La tallonite, o talalgia, è un disturbo doloroso caratterizzato da infiammazione al tallone, spesso causata da microtraumi dovuti a sollecitazioni eccessive, soprattutto negli sportivi. Le cause possono includere errate scelte di calzature e posture sbagliate, provocando deformità e infiammazioni. I sintomi comprendono dolore al tallone, più intenso al mattino o dopo il riposo.

Per alleviare il dolore e promuovere il recupero, possono essere utilizzati rimedi naturali come ghiaccio, creme a base di arnica e estratto di salice bianco. Gli esercizi di stretching e le terapie fisiche possono contribuire al recupero, così come l’uso di plantari ortopedici e tutori notturni per ridurre il carico sui piedi.

Nei bambini, la tallonite può essere legata a problemi di crescita e pratiche sportive; l’adozione di plantari ortopedici personalizzati può essere una soluzione efficace per migliorare il supporto del piede e alleviare il dolore.

➡️La Metatarsalgia👆🏼

La metatarsalgia è un disturbo doloroso dell’avampiede, colpisce le ossa metatarsali dietro le dita due, tre e quattro. Le cause comprendono piedi cavi, allenamento intenso, deformità congenite o acquisite, sovrappeso e scarpe inadatte. I sintomi sono dolore, formicolio e indolenzimento all’avampiede, peggiori con l’attività fisica. Per prevenire, si consigliano scarpe adeguate, solette antishock, e mantenere un peso corporeo sano. In caso di sintomi, consultare un centro specializzato per una valutazione e un trattamento personalizzato, che può includere plantari ortopedici e calzature specifiche con suole ammortizzanti.

Problemi scheletrici

➡️Spina Calcaneare👆🏼

La spina calcaneare è un’osteofita che si forma sul calcagno a causa di processi erosivi e irritativi cronici lungo i margini articolari delle ossa, simile a una piccola spina. Le due principali tipologie sono la spina inferiore e quella posteriore, differenziandosi per la loro posizione sul calcagno.

Le cause includono camminare in modo anomalo, correre su superfici dure e scarpe inadatte. È spesso associata alla fascite plantare, provocando dolore durante la camminata o la corsa, soprattutto dopo periodi di riposo.

Il trattamento può essere conservativo o chirurgico. La terapia conservativa prevede l’uso di plantari ortopedici e calzature adeguate per alleviare il dolore e migliorare il supporto del piede. Rivolgersi a un centro specializzato può aiutare a trovare soluzioni personalizzate.

➡️Alluce valgo👆🏼

L’alluce valgo, noto anche come “alluce a martello”, è una dolorosa condizione in cui il primo metatarso si sposta dalla sua posizione naturale. Questo problema è più frequente nelle donne, con una prevalenza dieci volte superiore agli uomini, e può essere influenzato da fattori ereditari.

Le cause principali sono l’uso di calzature inadatte e una postura scorretta. I sintomi includono la formazione di una borsite alla base dell’osso e dolore, compromettendo l’estetica del piede.

Tra i rimedi naturali vi sono esercizi di rafforzamento e flessibilità del piede, come camminare a piedi nudi e fare movimenti di flessione ed estensione delle dita. Inoltre, soluzioni tecniche come l’utilizzo di plantari ortopedici e l’adattamento delle calzature possono ridurre il dolore e migliorare la postura.

➡️Dita a martello👆🏼

Il dito a martello è un problema dell’articolazione terminale dell’interfalangea che limita l’estensione completa delle dita del piede. Solitamente causato da traumi, in cui il tendine che controlla l’estensione della terza falange si danneggia, lasciando il dito flesso. Anche gesti quotidiani come dormire con coperte sotto il materasso possono contribuire.

Comune tra gli sportivi, i sintomi includono dolore, gonfiore e difficoltà nell’estendere il dito. Il ritardo nel trattamento può causare danni permanenti o rallentare la guarigione. È cruciale cercare assistenza medica tempestiva e seguire le indicazioni del medico.

I professionisti possono proporre soluzioni personalizzate, come ortesi in silicone per proteggere il dito, plantari ortopedici e modifiche alle calzature per alleviare il dolore e prevenire complicazioni come il conflitto piede-scarpa.

➡️Piede traverso-piano👆🏼

Oltre al piede piatto e piatto-traverso questa ortesi viene applicata in caso di:

• Piede cavo e piatto-trasverso,
• Spostamento dell’alluce verso la parte centrale delpiede (tecn. hallux valgus)
• Dolori alla pianta del piede e all’avampiede (tecn. metatarsalgia o nevralgia di Morton).

L’ortesi rende possibile uno scarico dei capitelli metatarsali grazie a un supporto disposto opportunamente dietro al cuscinetto plantare

➡️Plantare sensomotorio👆🏼

Questa ortesi viene applicata in caso di tensione muscolare elevata nel piede e in caso di disturbi motori accompagnati da problemi di equilibrio o di coordinazione.

Grazie a un sostegno e una stabilizzazione delle volte dinamiche del piede, nella maggior parte dei casi l’ortesi permette una riduzione della tensione muscolare. L’informazione sensoriale intensificata tramite la pianta del piede permette nella maggior parte dei casi di ottenere un miglioramento della deambulazione e del controllo posturale.

Problemi di pelle

➡️Ipercheratori (callosità)👆🏼

Le callosità sono lesioni fastidiose che si sviluppano principalmente sulle mani e sui piedi a causa di pressioni ripetute o altre condizioni. Sebbene siano spesso causate da attrito e pressione eccessiva, possono derivare anche da malattie come il diabete o l’avvelenamento da veleni.

Esistono due tipi principali di callosità: quelle da attrito e quelle causate da malattie o altri disturbi. Prevenire le prime può essere relativamente semplice, ad esempio indossando calzini di cotone, scarpe comode e praticando regolarmente pediluvi caldi.

Il trattamento delle callosità dipende dalla causa e dalla gravità. Per i pazienti diabetici, particolarmente vulnerabili, è essenziale prestare attenzione all’igiene dei piedi e alla prevenzione delle lesioni.

Presso una delle nostre sedi, offriamo soluzioni personalizzate.

➡️Ulcere👆🏼

Le ulcere ai piedi sono complicazioni serie e spesso dolorose, derivanti da condizioni come il diabete, problemi vascolari e lesioni da pressione. La gestione efficace richiede un approccio completo con cura delle ferite, controllo dell’infiammazione e prevenzione di ulteriori danni.

Tra gli strumenti più efficaci vi sono i plantari ortopedici su misura, offrendo benefici come lo scarico della zona colpita da un’ulcera.

È essenziale consultare un professionista della salute esperto nella gestione delle ulcere ai piedi.

Con l’uso appropriato dei plantari su misura e un approccio completo alla cura delle ferite, è possibile migliorare i risultati del trattamento e ridurre il rischio di complicanze.

Piattaforma di gestione del consenso di Real Cookie Banner