Vai al contenuto

Ortesi Arto superiore

👆🏼premi per espandere

Braccio

➡️Ortesi di Abduzione👆🏼

Questa ortesi viene applicata come trattamento in seguito a una rottura dell’articolazione della spalla (tecn. cuffia rotatoria). Il braccio viene stabilizzato. Si tratta di una costruzione leggerissima con possibilità di precisa regolazione della posizione, secondo le indicazioni mediche.

➡️Apparecchio di Sarmiento per l’omero👆🏼

Questa ortesi viene applicata in caso di frattura dell’omero. Essa fissa e comprime l’omero mediante il guscio in materiale plastico a doppia valva. Al di sotto viene portata una particolare calza. L’ortesi è disponibile in due versioni: o con cuffia per la spalla (quando la frattura è vicina alla spalla), oppure senza cuffia per la spalla (quando la frattura è lontana dalla spalla).

Mano

➡️Ortesi di stabilizzazione👆🏼

Queste ortesi vengono applicate in caso di:

• Fratture
• Intorpidirsi parziale o totale dell’osso semilunato (osso carpale della parte in direzione del tronco) (tecn. malacia del semilunato)
• Dolori nell’articolazione del pollice e del polso
• Mano cadente (mano che cade floscia in caso di paralisi del nervo radiale)
• Sindrome del canale carpale
• Deviazione ulnare
• Poliartrite primaria cronica

➡️Stecca tipo Winterstein👆🏼

Questa ortesi viene applicata in caso di rottura del tendine estensore e flessione dell’articolazione DIP (articolazione interfalangea distale: si trova al termine del dito). L’articolazione del dito viene fissata meccanicamente in posizione di allungamento affinché la situazione iniziale venga ricostituita.

Dita

➡️Stecca per il pollice👆🏼

Questa ortesi viene applicata in caso di rottura del legamento collaterale alla base del pollice (pollice dello sciatore).

Essa fissa l’articolazione MP (articolazione metacarpofalangea: si trova alla base del dito) in modo che il pollice si trova in una posizione in opposizione alle altre dita.

➡️Elevatore del dito👆🏼

Questa ortesi viene applicata in caso di deformazione dell’articolazione PIP (articolazione interfalangea prossimale: si trova nel mezzo del dito).

Il dito viene fissato meccanicamente nella posizione di estensione dell’articolazione PIP affinché la situazione iniziale venga ricostituita.

Piattaforma di gestione del consenso di Real Cookie Banner